Salta al contenuto
Young professional woman intern student noting in notebook studying at home office, teen girl writing essay or preparing for test exam with laptop, copywriter freelancer making list planning tasks

Studenti: come rimanere motivati durante l'anno scolastico?

Consigli per gli studenti 21 settembre 2021

Dopo un primo anno di successo, Kate, che studia scienze umane e sociali, ha condiviso con noi la sua esperienza, tanto ricca di insegnamenti quanto intensa di lavoro 📚

La cosa più complicata secondo lei? Rimanere motivata a studiare nonostante i ritmi serrati e il carico di lavoro sempre pesante 🤯

Tra procrastinazione e stress, gli effetti della demotivazione possono avere conseguenze negative sulla tua vita personale di studente. Ma non preoccuparti, molti studenti ci passano e alla fine trovano delle soluzioni. Quindi, come puoi trovare la motivazione per lavorare?

Ecco tutti i consigli di Kate! Potrai sperimentare diversi metodi per mantenere la motivazione per tutto l’anno. 💪

1. Ricrea un ambiente favorevole al lavoro:

Scegli bene il tuo spazio di lavoro

L’ambiente in cui lavori influenza direttamente il tuo modo di studiare e la voglia che hai di ripassare. Pertanto, ti consigliamo di scegliere con cura il tuo posto. Per Kate, i luoghi più motivanti sono:

  • Il suo ufficio. Sì, proprio così! Ma con alcune condizioni. Per non essere tentata di fare altro che studiare, prepara il suo spazio di lavoro mettendolo in ordine. In questo modo, non c’è la possibilità di trovare una distrazione. Sì, anche noi ci siamo trovati a riordinare la nostra stanza da cima a fondo per evitare di metterci al lavoro 😝

Infatti, è sempre più abile nel minimalismo, uno stile essenziale per avere uno spazio meno disordinato. Più che una moda, sono stati evidenziati diversi benefici come l’aumento della concentrazione.

  • La biblioteca universitaria è il tempio del ripasso. Non c’è niente come essere circondati da una decina di studenti, in un ambiente tranquillo, per motivarti a lavorare. L’effetto gruppo può avere un potere straordinario per incoraggiarti a studiare. Quindi, fai una prova 😉

Ma la cosa più importante nella scelta del tuo posto di studio è che corrisponda alle tue esigenze.

Infatti, lavorare a casa ti permette di ripassare comodamente, in totale libertà, con la possibilità di ripetere ad alta voce o anche di camminare per imparare. Dall’altra parte, però, ci sono più tentazioni.

Invece, la biblioteca può sembrare più rigida, ma ti permette di rimanere in un ambiente che aiuta a progredire più rapidamente rimanendo più facilmente concentrati. E, come dice Kate, ti sentirai meno solo circondato da persone che sono nella tua stessa situazione.

Ispira te stesso

Interessarsi alle buone pratiche è un’ottima idea. Ci sono molti esperti su internet che sono felici di condividere i loro consigli.

Kate ha scelto di affidarsi ai consigli di studenti che si trovano nella sua stessa situazione per scoprire nuovi modi di imparare.

Ha anche un account Instagram specifico, dedicato esclusivamente alla ricerca di consigli per un lavoro stimolante. Le permette di salvare i post istruttivi che vuole rivedere in seguito.

Guarda anche i vlog di studio (video sul ripasso), soprattutto all’inizio di una sessione di studio. Tutto il mondo di questi video la mette in buone condizioni per studiare. Per esempio, è molto sensibile alla musica calma e rilassante che la aiuta a rimanere concentrata. Le sembra anche di lavorare con qualcun altro, il che la motiva ancora di più!

2. Usare materiali piacevoli

Per alcune persone, l’estetica delle lezioni e dei fogli di lavoro è un elemento motivatore. Se questo è il tuo caso, come Kate, allora non esitare a creare dei bei materiali di lavoro 🌈 La buona notizia è che, oltre a fare qualcosa di esteticamente piacevole, la tua memorizzazione sarà probabilmente migliore perché avrai preso il tempo di rileggere e rielaborare le lezioni prima di ripassare. Ma per questo, fai attenzione a non concentrarti solo sulla resa ma anche sul contenuto ⚡

Inoltre, al di là del lato estetico, affinché le tue sessioni di revisione non siano troppo pesanti, ti consigliamo di organizzare le tue lezioni man mano che vai avanti:

  • Recupera le parti mancanti delle tue lezioni il prima possibile.
    Se necessario, chiedi ai tuoi amici di inviarti le loro lezioni con l’applicazione SCRIBZEE che permette di scannerizzare le note scritte sui quaderni OXFORD. Come Kate, scoprirai che è molto più veloce di uno scanner e che il risultato è molto più qualitativo che fare una foto con il tuo telefono.
  • Ordina le tue lezioni non appena un capitolo è finito. Prendi tutti i fogli e le dispense del tuo corso (sì, sì anche quelli che hai lasciato in fondo alla borsa per diversi giorni 😬) e ordinali.  Ti risparmierà di cercare ovunque LA pagina mancante del tuo corso di storia-geografia il giorno prima dell’esame 🙈 Kate addirittura scansiona i suoi appunti più importanti con l’app SCRIBZEE per essere sicura di non perderli mai e di trovarli facilmente nelle cartelle che crea.

3. Lavorare in gruppo

Aiutarsi a vicenda

Gli amici sono un sostegno infallibile. Hanno il potere di rendere più piacevoli le situazioni più critiche. Quindi non esitare a chiamarli per chiedere aiuto 🆘 :

  • In ogni caso, condividere i vostri sentimenti vi farà solo sentire meglio. Vi sentirete certamente come se foste tutti sulla stessa barca. E sentirsi circondati da altri durante il periodo di studio è un bene per motivarsi e trovare la forza di rimettersi al lavoro.
  • Nel migliore dei casi, coloro che hanno capito bene il corso saranno in grado di spiegartelo con le loro parole in modo che sia più facile da assimilare. E se sei in ritardo con il tuo programma di revisione, possono consigliarti su quali parti lavorare prima.

Adotta metodi per ripassare in modo divertente

Il ripasso può essere routinario e non sempre piacevole. Quindi come puoi evitare di procrastinare quando le sessioni di revisione sono una dopo l’altra?

Un consiglio, testato e approvato da Kate, è quello di cambiare il format di ripasso. Piuttosto che seguire sempre lo stesso ritmo, perché non optare per una ripasso attivo?

Ma cosa è il ripasso ‘attivo’? Si tratta di revisioni in cui si cerca di ricordare la risposta a una domanda ponendosi delle domande. Il principio è semplice: scomponi il tuo corso in diverse domande, come quelle che ti potrebbero essere poste all’esame, e cerca di rispondere senza barare 🙊

Questo metodo è efficace perché:

  • Fai lo sforzo di ricordare e ancori le informazioni nella tua memoria.
  • Identifichi più facilmente le nozioni che non padroneggi e ti permette di risparmiare tempo concentrandoti su di esse.
  • Questo metodo è divertente, così non ti annoi 🤗

Questo metodo per ripassare funziona particolarmente bene con le flashcard! E puoi ripassare con i tuoi amici per una maggiore interazione o da solo per una maggiore concentrazione.

Flashcards on a desk with the SCRIBZEE app

4. Concediti delle pause

Questo può sembrarti ovvio, eppure pochissimi studenti fanno delle vere pause durante le sessioni di lavoro/ripasso. E Kate è d’accordo, durante i periodi più intensi, sembra difficile o addirittura impossibile concedersi una pausa. Ma è proprio in questi momenti che ti faranno più bene.

Prendersi del tempo per se stessi è essenziale. Non solo farà riposare la tua mente, ma ti permetterà anche di essere più produttivo durante le tue sessioni di lavoro. Perché dopo qualche ora di studio, la tentazione di mollare è forte… e ancora di più con tutti gli schermi che ci circondano.

Quindi come si può trovare il giusto equilibrio tra studio e benessere?

Kate consiglia l’applicazione Forest. Il principio è semplice. Basata sulla tecnica del Pomodoro, che consiste nel lavorare in intervalli di tempo limitati, ti permette di definire un periodo di tempo durante il quale vuoi lavorare senza fermarti. Forest vi motiva perché un albero virtuale cresce durante lo slot di tempo impostato. Attenzione, se si tocca il telefono, muore: un deterrente, giusto? Al contrario, una volta che il tempo di lavoro è finito, puoi fare una pausa! 😍

Fare delle pause di quindici minuti può essere sufficiente per ricaricare le batterie e partire ancora più motivati. Durante queste pause, c’è solo una parola chiave: trattarsi! Fare sport, fare un bagno, guardare una serie, cucinare, fare un giro in bicicletta, … sono tutte possibilità che ti aiuteranno a raggiungere il tuo obiettivo: ripassare in modo efficiente per potersi poi divertire ancora di più!

La conclusione per rimanere motivato durante tutto l'anno

Non esitare a provare i grandi consigli condivisi da Kate ma anche a cercare le tue proprie fonti di motivazione. E se hai un piccolo rallentamento, non dimenticare che molti studenti sono nella tua stessa situazione, non sei solo! Hai tutto per riuscire, quindi tieni alto il morale 😊

Share :